LE VIRTU’ D’ABRUZZO S.r.l.

Corso De Michetti, 49 - 64100 Teramo  -  Tel 068540310   -   Fax 068555021
P.IVA 01813170675  -  REA TE - 155201   -   info@virtudabruzzo.it
PRODOTTI

Le uve Montepulciano sono capaci di espressioni di levatura mondiale per potenza, eleganza e ampiezza delle nuances olfattive. Un tempo esclusivamente riservati per il taglio, i vini a base di Montepulciano si caratterizzano per i tannini fitti, morbidi e non molto aggressivi, per i sentori di ciliegia e di marasca, per il finale pieno e sostenuto da una notevole forza estrattiva e alcolica.

MONTEPULCIANO

CERASUOLO

CONTROGUERRA  ROSSO

Il Cerasuolo è un vino tipico dell'Abruzzo, ottenuto da uve Montepulciano vinificate in bianco, vale a dire senza il contatto delle bucce dell'uva con il mosto, durante la macerazione.

Vino dal colore rosso rubino e dall'odore intenso e persistente, ottenuto dai vitigni del Momepulciano d'Abruzzo e del Cabernet Sauvignon

SCHEDA SCHEDA SCHEDA

I vitigni tradizionali dell’Abruzzo sono il Montepulciano d’Abruzzo e il Trebbiano d’Abruzzo

.
Accanto ad essi, più di recente è stato operato il recupero di varietà minori (Passerina, Pecorino, Cococciola).
Le zone di produzione più importanti sono ai piedi delle catene montuose, come la valle del Pescara, tra Popoli e il capoluogo, le colline pedemontane di Teramo, Pescara e Chieti, la conca peligna e quella di Ofena.
L’elenco dei vini DOC della regione include il rosso Montepulciano d’Abruzzo (che conta anche la tipologia Cerasuolo, rosata), profumato e dal sapore asciutto e robusto, il Trebbiano d’Abruzzo, asciutto e dal delicato profumo, e il Controguerra, nelle sue varie versioni di bianco e di rosso, specifico di una precisa area del Teramano.


Dorato. Profumi accesi di pera, mele renetta, erbe e fiori di campo. Sapido e corposo, dal finale piacevolmente ammandorlato. Da provare su spaghetti cacio e pepe, ottimo anche con scaloppine al limone.

CONTROGUERRA  BIANCO

TREBBIANO D’ABRUZZO

PASSERINA

Appartenente alla grande famiglia dei Trebbiani, più vicino alla tipologia Biancame; presente quasi solo in Abruzzo e in qualche altro limitatissimo territorio, con diverse denominazioni. Recentemente, nel 1994, è tato registrato nel catalogo nazionale delle varietà.



Vitigno appartenente alla grande famiglia dei Trebbiani, autoctono delle regioni centrali dell’Italia. Viene coltivato in piccole quantità in Abruzzo dove è stato denominato “trebbiano Campolese “ o “camplese” nel teramano e nell’aquilano, mentre nel chietino “ trebbiano scenciato “ e nel pescarese “ trebbiano dorato”,

SCHEDA SCHEDA SCHEDA

Vitigno,di origine incerta, appartenente alla stessa grande famiglia dei Trebbiani, quella delle Aminee. È presente da lungo tempo nelle regioni centrali italiane, soprattutto Marche, Abruzzo e più limitatamente in alcune regioni limitrofe, probabilmente anche sotto altre diverse denominazioni.


PECORINO

COCOCCIOLA

MONTONICO

La cococciola è uno dei vitigni di cui non si è riusciti ancora a sapere con precisione l’origine. Non ci sono documenti in merito se non nelle rare menzioni di Viala e Vermorel (1909), che lo citano come varietà autoctona abruzzese.

Vitigno presente almeno dallo scorso secolo in Abruzzo, soprattutto in provincia di Teramo (Montonico di Bisenti e Poggio delle Rose).


SCHEDA SCHEDA SCHEDA